Ricetta Frostengo, frustingù, frustingo o sanguinaccio con sangue di maiale

Oggi una ricetta tipica della tradizione “povera” di campagna. Questo è un dolce tipico del territorio di Camerino e veniva ( e viene ) preparato subito dopo il “macello” del maiale ( che ricordi la “Pista del maiale“) per utilizzare il sangue freschissimo.

INGREDIENTI:

Pezzi di carcassa di maiale ( con anche brandelli di carne),

500 g. di sangue di maiale passato al setaccio,

100 g. di miele,

100 g. di zucchero,

60 g. di pangrattato,

40 g. di pinoli,

50 g. di uvetta ammollata e strizzata,

la scorza di 1 arancia tagliata a dadini,

spolverata di cannella,

1 cucchiaio di cacao in polvere,

strutto per la teglia.

PROCEDIMENTO:

In una pentola versate circa 2 litri di acqua, salate, aggiungete le ossa e lasciate bollire per almento un’ora; poi passate il brodo al colino.

In un tegame ampio, ideale se di terracotta, versate il sangue, unite il miele, lo zucchero, il pangrattato, l’uvetta, i pinoli e la dadolata di scorza di arancia e profumate con la cannella ed il cacao. Aggiungete al composto un mestolo di brodo ( quello recuperato dalle ossa) e lasciate cuocere a fuoco lento girandolo regolarmente.

Ora versate il composto in una teglia o un testo di terracotta unta con lo strutto e passate in forno caldo a 180° fino a fine cottura. Per conservare il dolce più a lungo si usa insaccare il composto nel budello di maiale che viene poi cotto bollito nel brodo con le ossa. Si sgocciola e si conserva appeso per essere gustato freddo tagliato a fette

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Precedente Crescia brusca di Pasqua – Pizza al formaggio marchigiana Successivo Ricetta Spaghetti al sugo di granchi al pomodoro